Approfondisci:


Normativa aggiornata e completa sul Green Public Procurement
Leggi di più

Corsi di formazione e eventi sul Green Public Procurement
Leggi di più

Le notizie sul Green Public Procurement
Leggi di più

Servizi Punto 3 per il GPP
Leggi di più

Turismo di Comunità in bassa Val di Fiemme

Turismo di Comunità in bassa Val di Fiemme - AcquistiVerdi.it

Mercoledì 12 settembre un convegno a Molina di Fiemme per presentare e dare il via al progetto.

Con l’iniziativa pubblica del 12 settembre si avvia ufficialmente il Turismo di Comunità nella bassa Val di Fiemme, seconda esperienza trentina (dopo quella in Val di Rabbi) di questa forma innovativa e suggestiva di turismo, che prevede la costruzione partecipata di pacchetti turistici caratterizzati da un incontro e dalla conoscenza reciproca tra turisti e residenti al fine di valorizzare le tradizioni e i valori fondanti del territorio.

La bassa Val di Fiemme - identificabile nei territori dei Comuni di Castello-Molina Capriana, Carano, Val Floriana  e nelle aree contigue del Comune di Anterivo (BZ) - può vantare eccellenze sia di carattere ambientale, sia di carattere culturale, specialmente nell’ambito artigianale ed archeo-industriale, ma anche in sportivo. Sino ad oggi queste eccellenze non sono state pienamente valorizzate in termini turistici e questi territori sono rimasti marginali rispetto ai flussi significativi di turismo che hanno caratterizzato la Val di Fiemme dagli anni '60 ad oggi.

Questa marginalità, che sicuramente in passato è stata vissuta dai più come un elemento di debolezza, ha determinato, più che in altre aree, la conservazione di ambienti, tradizioni e valori, che oggi, ed ancor di più in futuro, possono divenire importanti elementi di distinzione e competitività in ambito turistico in primis, ma anche per l’intero sviluppo socio-economico sostenibile delle comunità residenti.

Il progetto ha come finalità la costruzione partecipata di un proposta turistica innovativa per la “bassa Val di Fiemme”, distinta e complementare rispetto alle offerte “tradizionali”, capace di coinvolgere una pluralità di attori, non solo professionali (turistici, agricoli, artigianali), e di diventare anche occasione di consolidamento sociale, di creazione di reti e sinergie. L’intento è quello di realizzare dei pacchetti che possano rivolgersi ad una nicchia di turisti (piccola ma in crescita) che non cerca il "mordi e fuggi", ma un'intima e approfondita esperienza e conoscenza di un territorio. Tali pacchetti saranno per lo più proposti in periodi di “bassa” stagione, come l’inizio dell’estate o l’inizio dell’autunno, ma anche a completamento ed integrazione di manifestazioni e/o iniziative già radicate (come la Vecia Ferrovia, la Festa del Boscaiolo, la Marcialonga)<?xml:namespace prefix = o />.

Promosso dalla Comunità Territoriale della Valle di Fiemme e realizzato dalla Reference s.r.l. di Molina, con il supporto di Punto 3 s.r.l., società ferrarese esperta in progetti per lo sviluppo sostenibile, il progetto Turismo di Comunità si svilupperà inizialmente nel territorio circostante Molina di Fiemme, coinvolgendo tutti i residenti interessati a definire, in modo partecipato e condiviso, alcune proposte (pacchetti) di Turismo di Comunità che si caratterizzino specificatamente sulle eccellenze di questo territorio come ad esempio il recupero e la valorizzazione della lavorazione della creta e della tradizione dei fornei ad ole,  le possibilità di praticare molte attività sportive ed escursionistiche nella splendida Val Cadino, il recupero e la valorizzazione del lago di Stramentizzo e del Rio Predaia. Il percorso si svilupperà poi analogamente negli altri Comuni aderenti all’iniziativa generando così un paniere ricco, articolato ed integrato paniere di pacchetti di Turismo di Comunità.

La serata di Mercoledì 12 (ore 20, presso la Sala Tisti a Molina) oltre alla presentazione operativa del progetto, prevede gli interventi di Manuela Manca, Presidente dell’Associazione Ecoturismo Italia, che illustrerà il contesto italiano del eco-turismo sostenibile; Renato Farina, Presidente della Coop. Briganti di Cerreto, che gestisce la prima e più avanzata esperienza di Turismo di Comunità italiana; Filippo Lenzerini, coordinatore del progetto Turismo di Comunità in bassa Val di Fiemme. Le conclusioni saranno a cura dell'Assessore Provinciale alla Cultura Franco Panizza, del Presidente della Comunità di Valle Raffaele Zancanella e del Sindaco di Castello-Molina Antonio Barbetta.

 



Archivio News

Commenti su questa news

promuovi i tuoi prodottiPromuovi i tuoi prodotti su AcquistiVerdi.it
80 aziende
l'hanno già fatto
per 148 prodotti!

© 2018 Punto3 S.r.l. Via Bologna 119, 44122 Ferrara.
info@punto3.it P.IVA-C.F. 01601660382