Approfondisci:


Normativa aggiornata e completa sul Green Public Procurement
Leggi di più

Corsi di formazione e eventi sul Green Public Procurement
Leggi di più

Le notizie sul Green Public Procurement
Leggi di più

Servizi Punto 3 per il GPP
Leggi di più

Un sito rinnovato!

AcquistiVerdi.it è nato nel 2005 da un’idea di Punto 3 Srl che lo ha sempre gestito: ora entra a far parte di un progetto più grande!

Tubi LED: ecco come installarli in un impianto già esistente

Tubi LED: ecco come installarli in un impianto già esistente - AcquistiVerdi.it

Investire in risorse efficienti in termini di risparmio energetico sta progredendo dall’ essere un semplice idea ad un vero e proprio stile di vita. Se stai utilizzando tubi fluorescenti T8 e vuoi sostituirli con tubi LED, ecco come procedere.


Tra le soluzioni più adottate per ridurre consumi e spese c’è la possibilità di equipaggiare il proprio ambiente con l’illuminazione LED. Ma se per molti casi il passaggio alla nuova tecnologia avviene attraverso la mera e rapida sostituzione della lampadina, per sostituire i tubi fluorescenti è necessario considerare un particolare importante: il mio ballast è elettronico o convenzionale?

Se il vostro attuale sistema d'illuminazione funziona con un ballast convenzionale o ferromagnetico, la sostituzione allora è semplicissima. Adottando dei tubi Philips LED Value – Standard la procedura è la seguente:

  1. Acquistare tubi LED con starter incluso;
  2. Rimuovere il tubo fluorescente;
  3. Rimuovere lo starter;
  4. Inserire lo starter LED;
  5. Inserire il tubo LED.

Oltre agli ormai noti benefici che le lampade LED offrono - riduzione dei costi energetici e di manutenzione grazie ai consumi ridotti e alla vita utile del prodotto – adesso l’installazione è anche semplice e sicura. L’unica nota da considerare è che nelle plafoniere 4 x T8 da 18W il particolare lay-out elettrico non consente la mera sostituzione di starter e tubo ma rende necessario il ricablaggio del plafone con conseguente perdita della certificazione.  

L’alternativa alla precedente operazione  è la seguente:

  1. Acquistare tubi LED con starter incluso;
  2. Rimuovere il tubo fluorescente
  3. Eliminare lo starter
  4. Eliminare il ballast
  5. Ricablare il plafone in modo da alimentare il tubo LED alla tensione di rete (220-240 volt)
  6. Inserire il tubo LED

Si prega di prestare attenzione in quanto la plafoniera ricablata perde la certificazione del produttore.

Se il vostro attuale sistema d'illuminazione è equipaggiato con ballast elettronico, ecco come si può procedere per garantirsi una soluzione LED.

 

Curiosità: come riconoscere una plafoniera con reattore elettronico? Non c’è lo starter

 

Acquistare un tubo LED per reattore elettronico verificando la compatibilità del tubo acquistato con il reattore montato all’interno della plafoniera. Uno dei  tubi adatti per questo caso fanno parte della categoria InstantFit

  1. Rimuovere il tubo fluorescente
  2. Inserire il tubo LED.

Con questa opzione, la plafoniera mantiene la certificazione del produttore ed è possibile intervenire anche nella plafoniere 4 x T8 18W.  Tuttavia, il ballast o reattore continua ad assorbire corrente con un conseguente minore risparmio energetico. Ma il più grosso svantaggio è dettato dal fatto che il tubo InstantFit è alimentato da una tensione di rete diversa da 220-240V. Ciò significa che non è possibile il ricablaggio. Ser il tubo non è compatibile con il tuo reattore elettronico, non c’è difference alternativa all’acquisto dei tubi LED Value Standard ed effettuare il ricablaggio come spiegato precedentemente.

Per maggiori informazioni su risparmio energetico nell'illuminazione, leggi il blog LampadaDiretta.it

 

 


Questa news è sponsorizzata da Lampada Diretta.


Archivio News

Commenti su questa news

promuovi i tuoi prodottiPromuovi i tuoi prodotti su AcquistiVerdi.it
105 aziende
l'hanno già fatto
per 343 prodotti!

© 2018 Punto3 S.r.l. Via Kennedy 15, Ferrara.
info@punto3.it P.IVA-C.F. 01601660382